POMPE PEMO COSA SONO E IL LORO CAMPO D'IMPIEGO

POMPE PEMO COSA SONO E IL LORO CAPMPO D'IMPIEGO 

I maggiori campi di applicazione delle pompe PEMO riguardano: 

* Industrie per la lavorazione della pietra (segagione marmi e graniti) 
* industrie ceramiche 
* settore inerti (Industrie minerarie estrattive e di trasformazione) 
* depurazione acque e alimentazione filtripressa 
* Industrie siderurgiche 
* Industria chimica 
* Industria cartaria 
* Industria alimentare 


Per la loro grande versatilita’ le pompe PEMO trovano inoltre impiego in moltissime applicazioni anche dove, in fase di progetto, cio’ era ritenuto impossibile per le proibitive condizioni di esercizio. 
In casi particolari i problemi di pompaggio vengono studiati in collaborazione con i tecnici delle ditte utilizzatrici per garantire la migliore soluzione alle migliori condizioni. 
Un ulteriore vantaggio viene ottenuto dalle ditte costruttrici di impianti per la quasi totale eliminazione di interventi diretti e dall’alta affidabilita’ del prodotto, vantaggio tanto piu’ considerevole quanto piu’ lontano nel mondo sono sparsi gli impianti. 
Per quanto riguarda l’industria della lavorazione della pietra dura (graniti, marmi duri, travertini, brecce, arenarie) la nostra Ditta produce impianti completamente automatizzati per l’alimentazione dei telai per il taglio dei blocchi, e il continuo sviluppo tecnologico ci consente di rimanere sempre all’avanguardia sul mercato mondiale. 
I Complessi Pemo Automatizzati per la loro grande affidabilita’ rappresentano quanto di piu’ razionale per lo sfruttamento integrale delle macchine, delle lame e della graniglia metallica, consentendo un notevole risparmio di tempo, energia e manodopera. 

INDUSTRIA CERAMICA 
Il grande vantaggio dell’uso delle pompe PEMO nell’industria ceramica e’ la pressocche’ illimitata durata dei rivestimenti in gomma dei corpi e delle giranti, che in molti casi arriva fino a 5 o 6 anni di funzionamento senza manutenzione. 
Le applicazioni piu’ comuni delle pompe PEMO nell’industria ceramica sono: 

- Trasferimento delle barbottine dai mulini macinatori alle vasche di stoccaggio. 
Pompa PEMO 403 AUS-VA per trasferimento di barbottine dai mulini macinatori alle vasche di stoccaggio 

- Trasferimento delle barbottine dalle vasche di stoccaggio ai serbatoi di alimentazione degli atomizzatori. 
Pompa PEMO 503 J5/AUS-VA per barbottine 

- Alimentazione degli smalti ceramici alle cabine di verniciatura sulle linee, mediante mastelli agitatori con pompe PEMO mescolatrici-dosatrici. Pompa PEMO 33 AUS/VE e 33 AUS/VA per alimentazione cabine di smaltatura e miscelazione durante il lavoro 

- Pompaggio e recupero delle acque di lavaggio delle linee e dei mulini. 

- Recupero polveri da pressa e loro trasformazione in barbottina, con trasferimento alle vasche di precarica mulini. 
Impianto automatico 403 AUS/VA per recupero polveri da pressa e loro trasformazione in barbottine. 

- Pompaggio dei fanghi addensati provenienti dagli impianti di depurazione delle acque di scarico. 

- Alimentazione di filtri pressa per la massima disidratazione dei fanghi ceramici. 
Pompe PEMO 603 AO/AB a doppio corpo e normali per alimentazioni filtri pressa di grandi dimensioni o per applicazioni speciali. 
Le pompe PEMO per applicazioni nel campo ceramico possono essere verticali, orizzontali o sommerse. 

GIRANTI 
Sono di tipo aperto e permettono il passaggio di particelle fino a 20 mm e oltre di diametro senza pericolo di ostruzioni. Nella maggior parte dei casi sono costituite da un'anima metallica sulla quale viene vulcanizzata a stampo il rivestimento in diverse mescole di gomma speciale secondo il materiale da pompare, ma per casi particolari sono previste anche altre soluzioni (per maggiori informazioni contattateci). Tutte le giranti sono disponibili in diversi diametri e con palettature diverse per adeguare le caratteristiche proprie della pompa a quelle richieste. 

CORPI 
In due meta', sono costituiti da fusioni in ghisa meccanica on in acciai. La parte interna e' rivestita a stampo in speciali mescole di gomma o protetta da rivestimenti gommati separabili. Per applicazioni di trasferimento di acidi quelle parti metalliche, che devono essere necessariamente a contatto con il liquido pompato, vengono costruite in materiali specifici come ad esempio l'AISI 316 e la lega Hastelloy., mentre per quelle parti delle pompe più complesse si adottano rivestimenti gommati in modo che nessuna parte metallica venga a contatto con il liquido corrosivo evitando cosi' indesiderati fenomeni di corrosione o di eventuale elettrolisi. Tutte le parti meccaniche come alberi, basamenti, accoppiamenti, ecc. sono sempre abbondantemente surdimensionate in modo da ottenere un gruppo robusto, compatto ed esteticamente gradevole. La vulcanizzazione a caldo mediante stampo consente di ottenere sulla gomma un profilo interno perfetto e levigato che garantisce la massima resistenza all'azione abrasiva dei liquidi trattati. Le parti rivestite delle pompe PEMO sono disegnate in modo che nessuna parte metallica venga a contatto con il liquido corrosivo evitando cosi’ indesiderati fenomeni di corrosione o di eventuale elettrolisi. 


RESISTENZA CHIMICA DEI RIVESTIMENT
I rivestimenti speciali delle nostre pompe sono tali da permettere un funzionamento senza problemi per una vastissima gamma di ambienti chimici, elencati in una apposita tabella. 
Le pompe PEMO possono essere impiegate anche per temperature elevate eseguendo i rivestimenti con altre mescole speciali. 
Per liquidi non elencati interpellare il nostro ufficio tecnico. 


MODELLI PRODOTTI 
La produzione PEMO comprende diciassette tipi di pompe elencate qui di seguito secondo l'ordine di grandezza: 
33 - 302 - 403 - 423 - 503 - S120 - 523 - 533 - 603 - 804 - K125 - 1004 - 1204 - P200 - 1706 - G230 - I270. 

CARATTERISTICHE IDRAULICHE 
La 33 ha una bocca di mandata da 30 mm di diametro mentre la I-270 ha una bocca di mandata da 200 mm di diametro. 

Le potenze installate variano da 0,35 a 200 CV. 

Per dare un'idea della della vastita' del campo di applicazione delle pompe PEMO, le portate si estendono da qualche litro al minuto per la 33, fino a 2000 m3/h per il tipo I-270. 

I profili delle giranti sono studiati per il massimo rendimento idraulico e l'alto spessore del rivestimento in gomma offre una elevata resistenza all'abrasione e alla corrosione. 
Variando il numero di giri delle pompe, oppure variando il diametro delle giranti, si ottengono valori intermedi, che completano il grafico, annullando praticamente gli spazi tra una curva caratteristica e l'altra.